cibo vero per mamme e bambini sani

cibo vero per mamme e bambini sani

Back
Ho appena terminato di leggere questo libro del Dr Enrico Colosi "Alimentazione e gravidanza - cibo vero per mamme e bambini sani".
Una lettura piacevole che mi trova in piena condivisione. Semplice, chiaro, va diritto al nocciolo della questione: stile di vita ed alimentazione giocano un ruolo importantissimo per la salute della mamma e del bambino per tutta la vita.
L'epigenetica è la scienza che studia come l'ambiente dove viviamo modifichi l'espressione dei nostri geni.
Lo stato nutrizionale, l'alimentazione e lo stile di vita prima e durante la gravidanza rappresentano l'ambiente a cui viene esposto il feto, che può appunto plasmare i geni del nascituro.
La vita intra uterina è il periodo più sensibile all'adattamento ambientale, si andranno a determinare le caratteristiche individuali che poi ci accompagneranno per tutta la vita. "La programmazione fetale è condizionata sia dalla denutrizione che dalla esagerata nutrizione" (cit.).
La dieta e lo stile di vita prima del concepimento così come durante la gravidanza determinano lo stato nutrizionale.
Come avevo già scritto nel blog, la stessa fertilità e probabilità di concepire dipende da un'adeguata nutrizione che fornisca grassi e proteine volti all'equilibrio ormonale e a creare quelle condizioni ottimali per la fertilità (http://ilariabertini.it/articolo/donna-e-gravidanza-prima-parte/10190) .

La gravidanza porta con sè modificazioni ormonali e metaboliche volte a proteggere il feto da eventuali carenze nutrizionali e a garantire il migliore degli ambienti per la sua crescita e sviluppo. Questo di traduce in un'insulino resistenza "para-fisiologica".
Questo permette di portare avanti una gravidanza anche in presenza di scarsa nutrizione (come accade nelle popolazioni povere di risorse alimentari). Tuttavia nelle società moderne dove è presente cibo in abbondanza e di scarsa qualità, l'insulino resistenza trova terreno fertile per lo sviluppo di diabete gestazionale, sovrappeso, obesità, accumulo di grasso.

L'obesità pre concepimento è un fattore di rischio per infertilità e, come scrive E. Colosi, nei centri per la procreazione medicalmente assistita dove lavora, è vietato effettuare tali procedure nelle donne infertili se obese (BMI>30) perchè considerati tentativi a bassa probabilità di successo.

Obesità, diabete gestazionale, gestosi, preeclampsia, ritardo di crescita fetale hanno in comune un processo di infiammazione che, in una condizione di per sè infiammatoria di insulino resistenza, diventa pericolosa per la salute di mamma e feto.
Per questo motivo è ancora più evidente l'importanza di tenere bassa l'infiammazione con adeguati stili di vita e scelte alimentari consapevoli.
La dieta moderna è ricca di cibi pro infiammatori come zuccheri, farine raffinate, grassi vegetali idrogenati, oli raffinati e povera di verdure e ortaggi freschi, fibre, minerali, vitamine, acidi grassi essenziali, proteine nobili.
L'assunzione massiccia di grassi vegetali industriali e di carne, pesce, uova e latticini da allevamento intensivo sbilancia il rapporto omega 6/omega 3 a favore dei primi con caratteristiche pro infiammatorie.

Mangiare in modo più salutare è possibile! Si tratta di scegliere alimenti naturali, biologici, non processati e di prepararli in modo semplice, senza rinunciare a varietà, gusto, sapore e colore.

Gli alimenti da portare in tavola ogni giorno comprendono: verdure, ortaggi e frutta biologiche o direttamente dal giardino di casa; pesce, carni e uova da animali al pascolo (grass fed) - non da allevamenti intensivi - preferendo l'acquisto presso piccole realtà locali; noci e semi al naturale per arricchire colazione e pasti; grassi di ottima qualità come il buon olio evo, l'avocado, l'olio di cocco, il cocco, oltre a quelli naturalmente presenti in pesce, carne, uova.
E non dimentichiamoci delle spezie ed erbe aromatiche, in particolare zenzero, cannella, curcuma, origano, rosmarino, salvia, aglio, basilico, menta.

Cereali, latticini e legumi, per la presenza di anti nutrienti ed il potenziale infiammatorio, sono da moderare e modulare individualmente, secondo la tolleranza, la condizione nutrizionale e fabbisogni.

Scegliere una dieta a base di cibo "vero", naturale, non processato industrialmente e ovviamente anti infiammatoria deve essere un obbligo verso se stesse e verso la nuova vita che prende forma.


SEGUIMI SU

Contact

Richiedi un appuntamento

close