MAL DI TESTA - EMICRANIA

MAL DI TESTA - EMICRANIA

Back
Mal di testa ed emicrania sono problematiche invalidanti e sempre più frequenti, complici gli stili di vita attuali che scardinano i ritmi circadiani e sono fonte di stress psicofisico.
Sempre maggiori le evidenze scientifiche sul ruolo della dieta nello scatenare le crisi.
In uno studio è stata dimostrata l’efficacia di una dieta di eliminazione in un gruppo di bambini soggetti a mal di testa. Dopo 6 settimane di dieta nella maggior parte dei casi il problema si era risolto.
Tra i cibi eliminati: il caffè, il glutammato mono sodico, l’aspartame, i cibi che contengono istamina o in grado di aumentarne la produzione, cacao, glutine, nitriti, formaggi, agrumi.
Un altro studio ha evidenziato l’effetto protettivo degli acidi grassi omega 3, dei folati, della vitamina D, e di un approccio chetogenico.

Una attenta anamnesi è fondamentale per individuare eventuali trigger presenti nell’alimentazione di un paziente.
Approfondire le sensibilità alimentari è altresì importante per ridurre l’infiammazione da cibo e la produzione di molecole infiammatorie, riparare eventuali danni intestinali (leaky gut) per ridurre la presenza di tossine e molecole in grado di interagire a livello neurologico.

La salute del microbioma e l’integrità intestinale sono fattori protettivi in quanto i nostri amici batteri modulano la risposta immunitaria ed infiammatoria e la funzione di filtro intestinale permette di tenere lontano ed eliminare possibili sostanze “tossiche”.

Una dieta chetogenica ha un ruolo terapeutico nella cura delle emicranie. I corpi chetonici hanno un ruolo protettivo e trofico, l’utilizzo dei grassi e dei corpi chetonici a scopo energetico riduce la formazione di radicali liberi e i processi ossidativi rispetto all’uso di carboidrati e zuccheri.

Nella pratica è importante quindi individuare i cibi che scatenano il disturbo e le personali sensibilità alimentari in modo da costruire una dieta di elimazione da tali cibi per almeno 4-6 settimane.
Durante questo periodo sarà importante nutrirsi in modo adeguato fornendo al nostro corpo quei nutrienti e sostanze protettive, seguire una dieta anti infiammatoria e mirata alla salute intestinale.
Successivamente e con molta gradualità si andranno a testare singoli alimenti per volta per capire la risposta individuale e ottimizzare la propria dieta in modo che sia completa, adeguata, varia. Saranno esclusi solo quegli alimenti che nel singolo individuo si sono dimostrati veri e propri trigger e quindi non tollerati.

Il magnesio e le vitamine del gruppo B sono molto importanti in quanto mediatori cellulari e cofattori enzimatici. Spesso i soggetti che soffrono di emicrania e mal di testa risultano carenti in tali nutrienti. Una dieta ricca di zuccheri è tra le principali cause di carenza di magnesio.

Una scarsa idratazione può alterare l'equilibrio elettrolitico, la conduzione nervosa e a termoregolazione scatenando mal di testa.
Una corretta idratazione aiuta a mantenere la fluidità del sangue e una circolazione efficiente favorendo gli scambi di ossigeno e nutrienti tra le cellule.

Praticare esercizio fisico con regolarità, stretching, meditazione, respirazione consapevole, utilizzare tecniche di riduzione dello stress sono altresì efficaci nel combattere i sintomi.

Il mal di testa è un segnale che il nostro corpo ci manda, non va sottovalutato o solamente “represso” senza indagarne la causa. Potrebbe essere un segnale di carenza nutrizionale, dieta povera, disidratazione, disequilibrio ormonale, carenza di sonno e riposo, allergie o sensibilità alimentari.

Bibliografia
- Nutr Health. 2017 Mar;23(1):47-50. doi: 10.1177/0260106016688699. Epub 2017 Mar 1.
Effect of exclusion of frequently consumed dietary triggers in a cohort of children with chronic primary headache. Taheri S.
- Headache. 2016 Oct;56(9):1543-1552. doi: 10.1111/head.12953.
Diet and Headache: Part 1. Martin VT, Vij B.
- Headache. 2016 Oct;56(9):1553-1562. doi: 10.1111/head.12952.
Diet and Headache: Part 2. Martin VT, Vij B.

SEGUIMI SU

Contact

Richiedi un appuntamento

close